MILANOSKYLOVERS È UN “NO-DRONE PROJECT”

Attenzione, non ho assolutamente nulla contro i droni, che, peraltro, utilizzo anche io.

Per MilanoSkyLovers, però, ho deciso di sostituire lo strumento tecnologico con le relazioni umane.

Raggiungerò, perciò, le location solo grazie all’invito di chi vorrà condividere con me la sua esperienza “aerea” della città.

Starà a me, poi, ogni volta trovare le soluzioni, anche tecniche, per realizzare le varie immagini.

Perché fotografare, alla fine, gratta gratta, non è altro che… risolvere problemi!

Ne parleremo più avanti.