Portare gli occhiali da vista può essere scomodo in varie situazioni, tra le quali sicuramente la fotografia.

Se, poi, come me, fate parte dell’eletta schiera dei portatori di lenti multifocali, sapete bene cosa intendo dire.

Con questo tipo di occhiali, infatti, il campo visivo che possiamo usare per il mirino della fotocamera si riduce solamente al centro della lente.

Con un po’ di allenamento, comunque, si impara a comporre e mettere a fuoco correttamente e rapidamente anche con questo limite.

In alternativa, potreste decidere di levare gli occhiali mentre scattate, con mille accrocchi, tipo appoggiarli sulla fronte, appenderli al collo con un cordino…

Questa soluzione implica, ovviamente, il fatto che dovete usare il correttore diottrico del mirino della fotocamera e che i vostri occhiali sono a rischio di rottura. Se, poi, dovrete guardare il display della fotocamera, oppure l’ambiente al di fuori del mirino, sarete obbligati a continuare a mettere e levare gli occhiali.

Un’alternativa sono le lenti a contatto, infatti io me ne porto sempre dietro un paio di coppie di “usa e getta“. Sono ottime se avete un solo limite visivo, però se, come me, appunto, portate le multifocali perché siete contemporaneamente miopi e presbiti (magari con quel tocchetto di astigmatismo che non guasta), allora correggerete solo un problema: quello della vista da lontano (per inquadrare e scattare) o quello della vista da vicino (per utilizzare display e regolazioni della fotocamera).

Il mio consiglio è quello di portarvi dietro, in ogni caso, un paio di lenti a contatto, in caso di rottura degli occhiali vi saranno comunque utili, se non indispensabili.

L’altra questione che noi quattr’occhi dobbiamo affrontare è quello dell’appannamento degli occhiali.

Io da tempo utilizzo delle gocce, chiamate Sweden Ski, che mi hanno risolto il problema. Non usatele mai sulle lenti delle ottiche! Per evitare questo tipo di appannamento non c’è che un metodo che riporle dentro sacchetti di plastica per alimenti tipo ZipLoc.

In definitiva, per me la soluzione migliore è quella di usare sempre gli occhiali, gli stessi che utilizzo normalmente, prestando un po’ di attenzione in più, se usate le multifocus, nell’inquadratura e nella messa a fuoco.