Internet, tra social media, blog e altre piattaforme, è un incredibile mezzo per la diffusione delle informazioni e, soprattutto, delle idee.
Tempo fa ho già affrontato il tema della qualità dei contenuti, oggi mi piacerebbe parlare, in un certo senso, di “gavetta“.
A mio avviso, infatti, l’accelerazione del web porta anche a curiose “inversioni temporali“.
Nei media tradizionali, in genere, infatti, prima di pubblicare, o di essere pubblicati, era necessario guadagnarsi una certa credibilità.
Sul web è esattamente il contrario: da subito chiunque può essere autore ed editore di se stesso, pubblicare un blog, vendere un e-book o tempestare i social media di informazioni.
Lungi da me pormi a difensore del “bel tempo che fu”: sostengo questa democratizzazione da sempre, anche negli aspetti che mi hanno costretto a rivedere molti aspetti della mia professione.
Un solo consiglio per chi sta intraprendendo la via della comunicazione attraverso Internet: chiaritevi sin da subito cosa volete dire, come lo volete dire e a chi volete dirlo, eviterete di perdere tempo ed energie e, soprattutto, di rimanere invisibili in mezzo a milioni di altri utenti.
Ciò che vi distinguerà saranno le idee, la qualità della proposta, la continuità, il “mestiere” e la credibilità.