Attenzione, questo non è un nostalgico “elogio della lentezza”, io amo la velocità (se unita alla precisione), mi piace vivere e lavorare in un ambiente dinamico e anche un po’ caotico.

Penso seriamente che il downshifting sia una forma di “suicidio dolce“.

E allora cosa è questa lentezza “buona“?

E’ una sorta di “riequilibrio temporale“, all’interno del quale si dedicano il giusto tempo e la giusta attenzione alle varie attività, con la velocità specifica che ciascuna richiede.

In questo senso è molto interessante What I like about us, un Tumblr di Toni Thorimbert, all’interno del quale propone foto scattate con una Nikon F3 a rullino, una macchina completamente manuale che richiede un certo tempo per mettere a fuoco e per esporre, tempo che Thorimbert impiega anche per mettersi in relazione più profonda con i suoi soggetti.

thorimbert