Mad World è un pezzo dei Tears For Fears, inserito, tra l’altro, nella colonna sonora di Donnie Darko.
Ho sempre considerato il brano e il film come racconti dell’isolamento adolescenziale, che deriva dalla completa mancanza di considerazione da parte del mondo adulto, scuola e famiglia.
Un isolamento però positivo, perché porta al senso di appartenenza tra i propri coetanei, alla costruzione di una personalità indipendente e a un’inevitabile e salvifica ribellione.
Ed è per questo che continuo a considerare con rispetto il pensiero dei più giovani e a dubitare di chiunque abbia più di trent’anni, me incluso.