In questo post non vi presenterò, come d’abitudine, la storia “produttiva e postproduttiva” di una foto, ma, invece, una galleria di immagini, alcune delle quali già viste, legate soprattutto da una chiave interpretativa.

Fanno parte della bozza di un progetto che vi presenterò nelle prossime settimane.

Ciò che le caratterizza, al di là dei tecnicismi, è, appunto, la chiave interpretativa, quella di una città il cui fascino risiede nei repentini riempimenti e svuotamenti degli spazi, nella mutevolezza dei materiali delle case al cambiare dei fattori atmosferici, nei suoi grigi e nei suoi colori e, soprattutto, nel suo cielo, che ogni giorno dobbiamo conquistare e reinventare (e che infatti spesso lascio vuoto allo sguardo dello spettatore, demandando all’immaginazione la sua ricostruzione).