Ci sono vari motivi per i quali non sono mai “passato al Mac“: una certa pigrizia (ho iniziato con i sistemi Unix ed MS-DOS e conosco Windows molto bene), una personale idiosincrasia per i sistemi chiusi e a causa di certi vezzi del mondo Apple e molti altri ancora.

L’unico motivo per il quale non utilizzo Linux è il fatto che non esiste ancora una versione della Adobe Creative Suite per questo sistema, ma continuo a sperare…

Nel frattempo uso Windows 10, sistema operativo che ritengo assolutamente efficiente e funzionale per le mie necessità.

Oggi vi passo un trucchetto “da smanettoni”: come attivare il God Mode, ossia una sorta di “superpannello di controllo“, con una miriade di opzioni altrimenti nascoste.

Occhio, ovviamente, all’utilizzo che ne fate!

L’abilitazione è molto semplice: loggatevi come amministratori, create sul desktop una nuova cartella e nominatela GodMode.{ED7BA470-8E54-465E-825C-99712043E01C}
Il gioco è fatto, con un doppio click accederete al pannello della figura qui sotto.

windows god mode