Uno dei vantaggi del digitale è senza dubbio una certa tolleranza nella gestione del controluce.

Che la fonte luminosa sia il sole o un’altra, naturale o artificiale, potreste avere voglia di renderla più “importante”.

I metodi sono svariati, ma un classico è quello delle luci “stellate” e di una certa valorizzazione del flare, che solitamente viene visto come un difetto da evitare.

Il primo mezzo è “meccanico“, se le condizioni di luce lo permettono, più chiudete il diaframma, più sarà evidente l’effetto “stellare”, come nella foto che segue.

Luci stellari

Potete poi utilizzare due plugin, Topaz Labs Star Effects, oppure il molto più completo Knoll Light Factory (del quale vi mostro qui sotto un’applicazione a dir poco eccessiva), di derivazione cinematografica e ricco di controlli e personalizzazioni.

Luci stellari

Si tratta, ovviamente, di effetti da utilizzare con parsimonia e solo quando servono realmente!