Quando si utilizza un metodo collaudato e consolidato spesso si è restii a modificarlo, anche se aumentano e migliorano gli strumenti a disposizione.
Per esempio, se una volta tutto il workflow di postproduzione avveniva in Photoshop, usando maschere, livelli, selezioni, curve e regolazioni varie, oggi Lightroom e Camera Raw hanno sicuramente semplificato il metodo di editing e di gestione delle immagini.
L’utilizzo intenso di plugin, però, sta ulteriormente cambiando il modo di lavorare.
Io personalmente, ormai, uso Lightroom per la gestione generale dei file (catalogo, tag, correzioni generali, geotagging, …), mentre sfrutto per molti interventi (regolazioni tonali, effetti creativi, riduzione disturbo, bianco e nero, nitidezza, …) dei plugin esterni.

Purtroppo Lightroom ha ancora dei limiti nel supporto ad alcuni plugin.
Per esempio non è possibile intervenire localmente con il Pennello quando si applicano modifiche ottenute con i plugin Nik, operazione che è possibile solo in Photoshop.

Per il resto, comunque, si possono richiamare i plugin da Lightroom e procedere.
Auspico che un giorno il Pennello di Lightroom possa essere utilizzato con i Nik, in modo da evitare quasi completamente l’utilizzo di Photoshop.
Ma forse molti condividerebbero il mio metodo di lavoro, il che sarebbe un disastro per le vendite di Photoshop