Il flash è uno strumento utilissimo, anzi spesso indispensabile, che però richiede un buon livello di apprendimento nel suo utilizzo.

In generale, il mio consiglio è quello di usarlo sempre in manuale, cercando di mischiare le fonti di luce artificiale e naturale nel modo più “naturale” possibile.

Vi sono poi degli errori anche divertenti, a volte dettati dall’abitudine, altre da una sorta di eccesso di zelo.

Se, infatti, è buona pratica, in interni, fare “rimbalzare” la luce del flash su pareti e soffitti, per renderla più morbida e diffusa, al contrario è inutile tenere il flash puntato in alto in esterni. L’unico modo per usarlo con efficacia è invece quello di puntarlo diritto verso il soggetto, usando uno dei vari sistemi di diffusione della luce (da applicare direttamente sul flash, ombrellini, soft box,…).

1_resize

 

2_resize

L’unica eccezione è quando usate il famigerato “pannellino” riflettente, che aggiunge agli occhi dei vostri soggetti una luce un po’ inquietante.

L’altro errore classico è quello di usare il paraluce con il flash. Con molte ottiche l’unico effetto che otterrete sarà la proiezione dell’ombra dello stesso paraluce nella vostra foto (ben visibile nella parte inferiore della foto che segue)!

3_resize

Il flash è un prezioso alleato, se nelle vostre foto non si capirà che lo avete usato, allora avrete ottenuto il migliore risultato.