Più volte ho espresso la mia opinione nei riguardi della postproduzione, che ritengo assolutamente indispensabile, alla faccia dei radical click.
Per la prossima settimana, però, vi propongo di abbandonarla completamente.
Cercate, quindi, di curare con attenzione esposizione, composizione e, soprattutto, le idee.
Non c’è scampo: dalla fotocamera alla pubblicazione, senza passare dall’editing.
Le foto che seguono sono esattamente così, due scatti “nudi e crudi” con i loro inevitabili difetti, (come la gru in basso a sinistra nella seconda foto), così come li ho scaricati dalla memoria dello smartphone.
Una buona idea potrebbe essere, quindi, quella di scattare con il telefonino, foto “povere” vi riporteranno a considerare il rapporto tra idea, sentimento e ripresa.